Le Madie: Modelli, Materiali, Colori e...

Modelli e Materiali

Materiali e modelli delle madie sono veramente infiniti; nella loro forma più semplice, le madie sono sotanzialemente dei parallelepipedi a base rettangolare con ante scorrevoli o ad armadietto.

Alcuni modelli dispongono poi di spazi a giorno, ossia privi di ante, più o meno ampi o possono essere, magari, dotati di varie mensole.

In ogni caso, il ripiano rimane piatto: un luogo sicuro e comodo su cui appoggiare televisore, impianto stereo e soprammobili. Le madie possono poi essere integrate con mensole e pensili che ne completino le funzioni e ne arricchiscano il design.

Se i modelli sono infiniti, meglio allora non parlare dei colori, specie se si sceglie una madia laccata: in questo caso si può andare dal bianco a nero afruttando ogni possibile sfumatura di colore ed ogni possibile disegno o motivo a nostro piacimento.

I colori più classici sono però quelli che seguono la natura del materiale; eccoci perciò a parlare, quasi inevitabilmente, di materiali. Certamente, il materiale più classico è il legno o, comunque, ciò che è naturale, dal midollino alla canapa.

I legni utilizzati sono solitamente resistenti e vengono lavorati al fine di esaltare venature e colori.

Altri materiali sono i metalli, come l'acciaio e l'alluminio, i quali risultano però estremamente sterili e moderni se mantenuti del colore naturale; cromati, satinati o verniciati donano invece un effetto del tutto diverso ed assai meno aggressivo visivamente.

Un materiale che invece non passa mai di moda ma che, anzi conquista un pubblico sempre più ampio è il vetro temperato, lavorato ed adornato con diverse finiture, o lo specchio.

Altrettanto diffuso sono invece i policarbonati che possono efficacemente sostituire il vetro.